10 ottobre 2017

Matrimonio a Dallas – ultima parte

Matrimonio a Dallas – ultima parte

 
Il matrimonio Cristiano, Stephan è infatti cattolico e ha scelto di officiare un rito anche in modo cristiano per il suo matrimonio.
 
La preparazione degli sposi è avvenuta nella suite dell’Hotel Hilton Anatole di Dallas, prepararsi nella suite di un Hilton permette sicuramente di trovare scorci interessanti per un servizio fotografico.
 
Per il servizio fotografico prima della cerimonia gli sposi hanno scelto una location tipica di Dallas, il giardino botanico.Sono arrivati qui su un autobus vintage, di colore rosso insieme al gruppo dei loro amici.
 
Qui abbiamo speso diverso tempo per fare foto di gruppo. In questo la fotografia di clienti anglosassoni è molto diversa dalla fotografia per clienti italiani. Se a una coppia italiana parlo di fotografia di gruppi normalmente ricevo un rifiuto e mi si chiede di dedicare tempo alle foto di loro da soli. Per gli stranieri il ricordo delle foto con i loro amici è invece molto importante e si dedica volentieri tempo a costruire dei gruppi con loro.
 
Personalmente non mi pongo la domanda se sia preferibile la strada anglosassone o quella italiana, nella mia idea la cosa importante è sempre di soddisfare i gusti del cliente.
In ogni caso però consiglio i miei sposi di perdere qualche minuto per degli scatti da soli. E’ importante chiedere alle coppie di dedicarsi del tempo per scatti da soli. In molti servizi i clienti ti chiedono di fare un reportage, una delle parole più abusate nella storia della fotografia.
 
Con reportage spesso intendono un servizio non posato e fatto di scatti rubati. Questo è sicuramente un ottimo modo di raccontare un giorno in cui si è molto tesi e in cui le emozioni possono diventare il vero filo conduttore del racconto. Ma finita la festa, qualcuno regalerà agli sposi una cornice (a un matrimonio regalano sempre una cornice) e si porrà la domanda su cosa mettere in quella cornice. Ecco allora servirà una foto semplice composta bene, con un sorriso, questo anche se la cornice la regalate a vostra madre e non la tenete in casa.
 
Ma torniamo al nostro matrimonio a Dallas. 
 
Dopo le foto nel giardino botanico ci siamo spostati nel Museo di Arte moderna di Dallas dove è stato celebrato il rito.
 
Tra i quadri di Frida Kahlo e le opere del Canaletto, hanno deciso di rinnovare il loro si anche davanti a un prete Cristiano. Nel piccolo giardino davanti all’ingresso è stato allestito lo spazio per il rito. Rispetto alla nostra cerimonia religiosa non c’è la parte della Messa, si va subito al sodo e si chiede agli sposi se vogliono prendersi come marito e moglie.
 
La festa ed il ricevimento sono poi continuati all’interno della hall del museo, mentre ero li mi sono chiesto spesso se sarebbe possibile fare un matrimonio in un nostro museo.
Ce lo sappiamo immaginare un matrimonio agli Uffizi? In realtà sarebbero anche affittabili, ma non riesco a immaginare la Venere di Botticelli come sfondo di un matrimonio. Ma mentre questi pensieri mi affollavano la mente ho chiesto a Damiano: “te la ricordi quella notte a Firenze?” 
 
Proprio a Firenze, anni fa, fui chiamato a fotografare un matrimonio in una location davvero particolare, un luogo di un valore artistico ineguagliabile, ma questa storia deve rimanere top secret e quindi non potrò dirvi di più, le pareti di uno studio contengono più segreti di quelli che potete immaginare.
 
Foto di Alessandro Colle e Serena Rossi. 
Post produzione Serena Rossi
 
 
 
 

Google+ Comments

You might also like