A + P Engagement lago di Braies | Collephoto Studio
braies engagement

A + P Engagement lago di Braies

Dovevamo tornare a Braies, avevamo lasciato il lago in una fredda mattina di novembre coperto di neve dopo aver portato a casa una serie di scatti per noi molto importanti.

L’avventura di Novembre è stato qualcosa di spettacolare, ma impegnativo. Pochi sanno che l’ultima sera, mentre eravamo a cena, una fitta nevicata ci ha bloccati impedendoci di rientrare all’albergo. Siamo riusciti a recuperare la nostra attrezzatura solo la mattina successiva e grazie alla disponibilità del Sig. Santer.
Tutta la valle fu devastata da una nevicata improvvisa. Molti alberi non ressero sotto il peso del manto nevoso e crollarono bloccando le strade e tranciando i cavi della corrente.
Davanti a questa coltre bianca mi dissi che non avrei mai avuto la fortuna di vedere il lago in estate perchè siamo sempre così pieni di matrimoni da non poter staccare per una vacanza.
Ma un’altra tempesta, ben più grave era in agguato. Di lì a pochi mesi un terribile virus cambiò tutti i nostri programmi, molti dei nostri impegni sono saltati o rimandati al prossimo anno.
Ma questo ci ha regalato la possibilità di dedicare una stagione a ripensare il nostro modo di fare fotografia. Abbiamo potuto finalmente perfezionare la tecnica della fotografia a pellicola che avevamo lanciato proprio con il servizio a Braies.
Per questa prima uscita ufficiale di un servizio TOTALMENTE a pellicola abbiamo scelto di tornare qui in Alta Pusteria.
Abbiamo cambiato qualcosa rispetto al servizio precedente, ora scattiamo con una macchina più recente una Hasselblad H1 del 1990 e non più con la 500 mia coetanea. Ma la filosofia resta la stessa, un rullino di pellicola per una fotografia senza filtri. Una fotografia dove non c’è photoshop a correggere gli errori e se sbagli.
Ringraziamo i protagonisti del nostro engagement Pier e Alice che indossavano gli abiti di Bianchini Sposi e Serena Rossi che mi ha fatto da seconda fotografa.